Teatri 35 lavora dal 2005 alla tecnica del tableau vivant, portando in scena le opere di Caravaggio e altri celebri pittori in Italia e all’estero.

Nei nostri tableaux vivants il suono muove il gesto, il gesto crea l’immagine, l’immagine incarna la musica

Teatri 35 ha sede a Napoli, ma svolge la sua attività artistica in tutta Italia.

 

La Direttissima Napoli-Milano. Azione rapido comica in tre atti, otto quadri e un’apoteosi

La Direttissima Napoli-Milano. Azione rapido comica in tre atti, otto quadri e un’apoteosi

La Direttissima Napoli-Milano

Azione rapido comica in tre atti, otto quadri e un’apoteosi

ispirato all’opera di Eduardo Scarpetta e Edoardo Ferravilla

 

Amico mio! Noi siamo in un sogno dentro un sogno!

 

Locandina ideata e stampata con torchio a mano Lucio Passerini

drammaturgia e regia Gaetano Coccia e Davide Ferrari

musiche dal vivo Davide Ferrari

Foto e video Alessandro Tosatto

produzione Teatri 35

debutto 10 Febbraio 2024 presso Teatro Civico 14 (CE)

scarica la scheda di presentazione qui

 

sinossi

Eduardo Scarpetta ed Edoardo Ferravilla nascono a metà ’800 a 800 chilometri di distanza. Milano e Napoli, Napoli e Milano: due città, due grandi tradizioni teatrali, due palcoscenici e un pubblico diventato esigente che «con un occhio commosso alle lacrime e l’altro ansioso di brillare nuovamente per le risate, non voleva più ascoltare le vecchie farse e chiedeva qualcosa di diverso».

 

 

A Napoli e a Milano, Scarpetta e Ferravilla soffiano «un fiato di vita nuova sugli avanzi polverosi del passato e sulle vecchie tradizioni» nell’unico modo che conoscono: basandosi sulla ricerca della comicità anche «tra le lacrime e il dolore» della vita reale e soprattutto sulla costruzione del personaggio. Il loro lavoro sulla caratterizzazione li porterà a liberarsi delle maschere della commedia dell’arte – Pulcinella da una parte, Meneghino dall’altra – per inventarne di nuove rimaste nella memoria: Scarpetta darà vita a Felice Sciosciammocca, Ferravilla a un universo di tipi comici che culminano nella super-caricatura di Tecoppa, «un tipo di teppista indurito dal vizio e dall’infingardaggine».

video trailer

 

foto di  backstage durante la realizzazione del video

 

Lo spettacolo è la storia di un’amicizia, delle corrispondenze artistiche e umane che prendono vita da ricordi biografici e si intrecciano al racconto di un’epoca. I due protagonisti vivono «in un sogno dentro un sogno», agiscono in uno spazio scenico sospeso tra la realtà di un camerino e la dimensione onirica della loro infanzia, quando, giocando con i pupi, erano al tempo stesso capocomici ed impresari, attori ed autori, scenografi e spettatori.

 

foto di  backstage durante la realizzazione del video

 

La direttissima Napoli-Milano è anche una riflessione sul mestiere dell’attore e sull’umorismo. È un omaggio alla straordinaria storia di due uomini e attori che hanno rivoluzionato il modo di stare in scena e quello di affrontare la drammaturgia, aprendo le porte al teatro del ’900 e al cinema muto.

 


 

Foto di scena

Condividi

Gaetano Coccia. Attore e Performer. Inizia la carriera professionale formandosi e lavorando per l’Escuela de Actores de Canaria (Spagna). Dopo aver seguito laboratori intensivi con Danio Manfredini, Pierpaolo Sepe, Alfonso Santagata, Alfonso Benadduce, entra a far parte della compagnia Malatheatre. Ha lavorato per la Rai nelle serie televisive “Un posto al sole” e “La squadra”. Attualmente fa parte della compagnia Teatri 35 di cui è presidente e cofondatore.